dovenonso

un riflesso di me stesso

Archivi per il mese di “settembre, 2012”

Oltre la luce, un passo più in la

Oltre volò, colmo
traboccante quasi, l’animo
così solo avrebbe varcato
i confini dei cieli e della luce;
salì con la forza di chi vede solo speranza,
veloce come il lampo
dirompente tuono la sua scia.
Arrivò la linea
e con lei l’oscuro ch’è oltre;
rallentò
sotto l’attrito della paura
frenato e indebolito,
fino a veder la nuova luce
d’ una casa lasciata indietro
ed or ritrovata
appena un passo
un passo più in la.

Annunci

Il viale senza inizio

Nel viale dell’ evolversi
muoveva i passi
credendo al futuro
quel da farsi percorrendo il presente;
sapeva della fine
ignorando che già c’era.
Credeva nei passi
lasciati nel viale senza un inizio
adornato d’ illusioni
dove altro non siamo che piccole
ed invisibili orme su sabbia smemorata.

Mi cullerai?

Non si crea
non si chiama,
è lei ad arrivare
a cullarti e fagocitarti
nel grembo suo di luna e stelle
di venti e pensieri senza voce.
Puoi solo viverla, attendendone il finire,
attendendo quell’ alba insaporita di rinascita,
portandoti dentro il dolce
ed amaro sapore allo stesso tempo
di una malinconia cantata dall’ ulular dei pensieri.
Sei notte, sei vera;
tienimi a te, mi cullerai?
Narrami del tuo giorno senza fine
delle voci sue d’incanto,
illudimi che più non si avrà l’alba
che alcun sole, fino a qui
mai arriverà a prendere questo fuggiasco.

Navigazione articolo