dovenonso

un riflesso di me stesso

Nelle notti prive di tempo

Venne il freddo soffio,
un parlar per me soltanto
carico di nulla, vuoto.
Sorridente, passò
nel camminar senza fretta, lento;
mi scrutai, mi vidi, mi sentii
inanzi al futuro ancora non scritto.
Nulla uscì,
solitario silenzio riuscii a sentire;
camminò lungo quel filo
dell’ equilibrio tra giorno e notte;
si perse nell’aria, nella nebbia
e di lui non fu che un ricordo
uno di quelli che appaiono
nelle notti prive di tempo.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: