dovenonso

un riflesso di me stesso

Silenzio

Lo sentivo fluirmi dentro
il suo avanzare, l’avvolgermi;
nuove domande affiorarono, brillavano
riflessi di luna sul mare della notte,
perchè queste assenze
perchè vuoto l’orizzonte?
Ricerca, la mia
della voce che possa infrangere,
del colpo che faccia brandelli
di quel vetro oltre il quale va solo lo sguardo.
Cercavo risposte laddove tutto si faceva muto
mi addentrai, nella contorsione degli attimi
fino allo schianto, al fragore della tempesta
alla liberazione, verso nuovo silenzio
fino al prossimo temporale senza pioggia.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: