dovenonso

un riflesso di me stesso

Forte

Forte come non mai
torni vivo senza carne
sul binario del ricordo
su di un treno dalle corse senza orari
mosse da un soffio, battito, lacrima,
tornato per andar nuovamente.
Albergherai negli spazi più lontani
i più bui, lì sarai luce
un ricordo dal tornar pronto
mutante in arcobaleno, lui che
dopo la pioggia, il sereno accompagna
lui che, edulcorante
è pensiero dopo il cader dell’ emozioni.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: