dovenonso

un riflesso di me stesso

Macerie di una notte

Prese il sopravvento
avanzando lentamente,
era serpe strisciante
mimetizzata nel silenzio
a portar il morso del lento morire
voluto da un fato già scritto nel passato.
Il silenzio il mio compagno
unico e solo,
nel mio restar lì
ad osservar le macerie
di una notte morente.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: