dovenonso

un riflesso di me stesso

Libero

Mani che stringono
trattengono, puniscono
lascian carezze, asciugano lacrime.
Forte la stretta
poca l’aria per spremuti polmoni
mentre fagocitante saliva la nebbia
e la ragione evaporava in un volo senza confini.
Voleva solo il respiro pieno
chiedeva solo aria,
un camminar per vie non ancor battute
il cader nella vuota oscurità per scoprirne la luce.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: