dovenonso

un riflesso di me stesso

Ti

Mi scusi signora
vorrei dir che non capisco,
mi scusi signore
vorrei dir che non riesco.
Ma dirò che amo
dimenticando un “ti”,
dirò che voglio,scordando quel “ti”.
Nasconderò il sapere
coprendolo con la dimenticanza
mentre fuori è immobile
e dentro di quel “ti” ne farò libri
ne farò una danza.
Scorderò così
come si fa con quel di poco conto,
saprò d’aver sempre saputo
vivendo da falso smemorato.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: