dovenonso

un riflesso di me stesso

Dalla Memoria

​Leggero canto
di voce passata
dono del vento per un ultimo passaggio
prima di andare
prima di restare
in qualche piega del tempo
accovacciata nell’ ombra
aspettando nuova luce
nuovo maestrale
da cui farsi lasciare alle orecchie.
Rivivrai dal passato,
parlerai dell’amore? cosa dirai?
Aspetterò, senza voler nulla
covando speranza 
di sentir che stai bene
di sentir di non temere
prima di lasciarti andare
ancora e ancora,
salutandoti 
come davanti al treno in partenza
convinto non avrà ritorno
cosciente del suo ritornare
dalle pieghe più nascoste della memoria.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: