dovenonso

un riflesso di me stesso

Archivi per il mese di “novembre, 2011”

Quante cose direbbe

Mi domando se non è forse la sabbia, invece che quello che vi è sepolto, quel che andrebbe tenuto.
Cerchiamo così tanto il tesoro che nemmeno pensiamo a quello che lo nasconde, nemmeno pensiamo possa esservi un legame diretto tra sabbia e sepolto.
Quante cose direbbe se solo potesse, quanto proverebbe a dire che il tesoro non è più li sotto ma è evaporato come una goccia d’ acqua sotto il sole del deserto, tutto in un respiro, nutrito dall’ attesa, saziato dal profumo di speranze andate a perdersi nell’ infinito.
Mai ci fu alcun tesoro se non noi stessi e quello sperare tanto dolce da non farci sempre sentire i colpi di un’ amarezza rivelatasi fedele compagna di viaggio.

Annunci

Il passato

Il passato è un quadro coperto da un velo semitrasparente, si vede e non si vede dietro il passare del tempo, delle ore e dei giorni, degli anni.
Ci segue, ci sorregge nel presente, se è abbastanza solido ci darà un futuro migliore che sarà comunque fragile e dovrà essere protetto il meglio possibile.
Il passato non ci molla mai nemmeno quando sembra non esserci mai stato, e se ci voltiamo indietro lo vedremo lì, coperto da quel velo che una volta tolto renderà tutto più chiaro fino a farci riemergere come dopo una lunga apnea, sconvolti dagli errori che ci hanno creato, sconvolti dalla forza di un legame che mai fu troncato.
Mai davanti a noi, sempre appena dietro, e mai così tanto da perderci di vista; per chi lo scorda vi sarà l’annaspare sul bagnasciuga, dopo essere stato travolto dalla sua onda dal moto perpetuo.


Svanendo

Come nebbia, il pensiero,
lento cala senza forma
forme e certezze inglobando
nell’ umido informe abbraccio accogliendomi.
Lento addentrarmi
freddo cercarmi,
fino al svanir dentro
ogni forma abbandonando
nella bianca incorporeità appartenentemi. 

 

foto di proprietà del sottoscritto, non copiatela….grazie.

Navigazione articolo