dovenonso

un riflesso di me stesso

Archivi per il mese di “luglio, 2012”

Voce

C’è una voce a volte, una di quelle che gira sotto traccia come fosse un sussurro, di quelli che non senti ma che ti entrano dentro,  si scavano la strada ed arrivano lì dove non arrivano nemmeno le bombe.
Una voce che parla, consiglia, vibra, dentro un silenzio che nessuno pare capire.
Una voce che è carezza, sostegno, che parla confusa tra i rumori della leggerezza, voce lontana, sbiadita;  più vado cercandola più non faccio che scoprire una terra di silenzi, battuta da fruscii, senza nome nè volto, battuta dai miei soli passi verso il nulla in cui mi confonderò come l’orma dei passi lasciati sulla sabbia.

Annunci

Reggetemi

Salvagenti, le parole
quando il fondo
unica sembra dimora possibile
al provar nostro, pesante
troppo per la superficie,
sempre vicino alla sofferenze
diffidente della luce del giorno
stregato dal brillar notturno.
Reggetemi, parole
di volar non chiedo
solamente il galleggio
sopra il fondo, sotto il cielo;
così solo troverò la riva
il fondo si farà terra,
e più vicine avrò le stelle.

Domani

Tremo
al pensar che resterà il nulla
al veder oltre e scoprir l’assenza
quella dolorosa, sanguinante anche
al solo saper che sarà.
Domani
un palco d’ore senza teatranti,
sole e stelle soltanto
a sostener la vita
ed il silenzio suo.

Navigazione articolo